A Roma torna la Formula E. Il 13 e 14 aprile l’Eur ospiterà il campionato del mondo per vetture elettriche. In pista anche l’ex ferrarista Massa

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

I lavori nel quartiere dell’Eur procedono spediti per preparare il terreno, o meglio l’asfalto, al week end del 13 e 14 aprile. Sarà allora che i silenziosi bolidi della Formula E (il campionato del mondo per vetture elettriche) sfrecceranno per le vie della Capitale, che ospiterà la settima tappa del mondiale.

Per fare spazio all’edizione 2019 della Formula E i primi interventi sono previsti in questi giorni. Si tratta della prima fase, quella di installazione delle strutture, dal 31 marzo al 10 aprile. I lavori si svolgono di notte, dalle 20.30 alle 5.30, con riduzione progressiva dei posti auto, prime modifiche alla circolazione e deviazione delle linee di bus che servono il quartiere dell’Eur.

Seguirà la fase delle giornate di gara, dal 10 al 15 aprile, con la completa interdizione al traffico sull’area del circuito (chiusura di via Cristoforo Colombo tra viale Oceano Atlantico e via Laurentina), già a partire dalle 20.30 del 10 aprile e fino alle 5.30 del 15 aprile. Poi, dal 15 al 21 aprile, saranno smantellate le strutture, la Cristoforo Colombo sarà riaperta alle 5.30 di lunedì 15 aprile, si lavorerà di nuovo di notte, parcheggi e viabilità torneranno alla normalità quotidiana.

Il Gp della Capitale sarà anche uno snodo cruciale nella lotta per il titolo: il campione in carica Jean Eric Vergne (con trascorsi in Formula 1) vincendo in Cina nello scorso appuntamento si è rifatto sotto in classifica ed è terzo a 54 punti, dietro Jerome D’Ambrosio (61) e il nuovo leader Antonio Felix Da Costa: secondo gli analisti Sisal Matchpoint Vergne accorcerà ancora, visto che è il favorito per la vittoria della gara, riporta Agipronews. Su di lui si punta a 6,00, mentre Da Costa è staccato a 7,50, ancora più giù D’Ambrosio, a 9,00.

Tra i partenti anche una vecchia conoscenza del pubblico italiano, Felipe Massa. L’ex ferrarista dopo l’addio alla F1 si è dato all’elettrico, ma con poca fortuna fino a ora, è 15esimo in classifica e dato a 33 volte la scommessa per la sua prima vittoria.