Addio all’artista, attore e poeta romano Remo Remotti. Lavorò con Moretti, Scola e Coppola nel Padrino III

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Se n’è andato a 90 anni l’artista, poeta, attore, pittore, scultore, umorista, Remo Remotti. Un’infanzia tra Fascismo e Chiesa Cattolica e una laurea in legge dopo la quale si è trasferito in Sudamerica per sette anni. Ha lavorato nei cimiteri americani di guerra nel 1948, per fare poi il tassista in Perù, l’operaio in Germania, il funzionario di una ditta farmaceutica a Milano, il pittore, l’attore, il poeta e lo scrittore umoristico. Ha preso parte a tanti film di Moretti (fece lo psicanalista in ‘Sogni d’oro’), come da Scola o Bellocchio, ma anche da Coppola che lo volle nel suo ‘Padrino III”.