Alitalia, arriva in Consiglio dei ministri il decreto sul nuovo prestito ponte da 400 milioni. Di Maio: “Diamo una chance alla compagnia, ma paghi chi ha causato i danni”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il decreto per sbloccare il nuovo prestito ponte da 400 milioni di euro per Alitalia approderà questa sera sul tavolo del Consiglio dei ministri. L’accordo è stato raggiunto nel corso del vertice di maggioranza della scorsa notte e il provvedimento è necessario dopo la conclusione del consorzio Fs-Delta-Atlantia e la mancanza, al momento, di soluzioni di mercato. “Su Alitalia – ha detto il leader M5S, Luigi Di Maio – siamo tutti d’accordo che vada fatta una norma che permetta alla struttura commissariale di utilizzare il prestito ponte. Tutti siamo d’accordo che dobbiamo dare una chance a questa compagnia ma è arrivato il momento anche di fare un’azione di responsabilità sugli amministratori. Quando è che decideremo con un’azione di responsabilità chi è che ha causato i danni a Alitalia e facciamo pagare con il proprio patrimonio un po’ di ad che l’hanno utilizzata come bancomat?”.