Quattro condanne per il crac della vecchia Alitalia. Otto anni e otto mesi all’ex amministratore delegato Giancarlo Cimoli

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Otto anni e otto mesi all’ex presidente e ad di Alitalia Giancarlo Cimoli. Sono state in tutto quattro le condanne e tre le assoluzioni nel processo per il crac della vecchia Alitalia nella gestione che va negli anni 2001-2007.  I giudici della VI sezione penale del Tribunale di Roma hanno condannato a sei anni e mezzo Pierluigi Ceschia, ex responsabile del settore finanza straordinaria, a 6 anni Gabriele Spazzadeschi, all’epoca direttore centrale del settore amministrazione e finanza, a 5 anni Francesco Mengozzi, ad dal febbraio 2001 al febbraio 2004. Assolti perché non hanno commesso il fatto Giancarlo Zeni e Leopoldo Conforti, entrambi ex funzionari. Assolto perché il fatto non costituisce reato Gennaro Tocci, già responsabile del settore acquisti e gestione asset flotta dell’azienda.