Altro che accoglienza, la Svezia è pronta a espellere 80mila profughi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Altro che accoglienza in Svezia. Il Paese scandinavo si starebbe preparando ad espellere 80mila rifugiati, le cui richieste di asilo sono state respinte. La notizia arriva dal quotidiano ‘Dagens Industri’. “Credo si tratti di circa 60mila persone, ma potrebbero essere anche 80mila”, ha detto il ministro dell’Interno svedese, Anders Ygeman, come riporta il giornale.

La Svezia, dati alla mano, resta una delle terre promesse a cui aspirano ad arrivare i migranti. Basti pensare che fino alla fine del 2015 oltre 160mila persone hanno presentato richiesta di asilo in Svezia, ed il governo stima che il 45 per cento di queste sia stata rifiutata. “Abbiamo una grande sfida davanti – ha aggiunto Ygeman – Per questo dobbiamo aumentare le risorse e migliorare la collaborazione tra le autorità”. Ygeman ha poi precisato che per evitare l’immigrazione clandestina è previsto un aumento della polizia di frontiera e maggiori controlli per gli stranieri.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA