Altro che tregua e cessate il fuoco. In Ucraina si spara ancora. Kiev accusa i separatisti: uccisi 5 soldati

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La tregua sembra già vacillare. E pensare che dall’inizio del cessate il fuoco in Ucraina sono passate poco più di 36 ore. Colpi di artiglieria dei separatisti ucraini, secondo fonti militari di Kiev, avrebbero ucciso almeno 5 soldati. “I gruppi armati illegali non rispettano la tregua”, afferma il portavoce militare di Kiev, Anatoly Stelmakh. Ma altri focolai sono segnalati da giornalisti sul campo. Con la città di Donetsk divisa in due aeree. Tutt’altro che tranquille. Che la tensione resti altissima lo testimonia la decisione del governo di Kiev di non ritirare l’artiglieria pesante dal fronte come previsto dal documento sottoscritto.