Amuchina a volontà. Nessun giallo a Montecitorio. I dispenser di disinfettante sono disponibili e nessuno li ha rubati

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Nessun furto e nessun mistero. Alla Camera dei deputati l’Amuchina per disinfettare le mani e difendersi così dal coronavirus non è stata rubata ed è al suo posto. Lo ha assicurato l’onorevole pentastellato Francesco D’Uva, questore a Montecitorio. Il deputato ha spiegato che, nella circolare emanata lo scorso 25 febbraio per la prevenzione del nuovo virus, è stato disposto che “presso gli ingressi delle sedi della Camera e presso i locali di uso comune saranno resi disponibili prodotti per l’igienizzazione delle mani nonché materiali informativi”. E che, a differenza di quanto emerso, erano e sono disponibili i dispenser con l’igienizzante. “Nei bagni inoltre – ha voluto sottolineare il pentastellato D’Uva – c’è una copertura totale e continuativa di sapone che, lo ricordo, ha un effetto assolutamente efficace”. I deputati possono stare tranquilli. Non ci sono ladri di amuchina che si aggirano a Montecitorio e tanto gli onorevoli quanto il personale della Camera e i visitatori possono utilizzarla.
L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La solita Lega di Lotta e di Governo

Con la maggioranza gialloverde aveva fatto incassare bene al botteghino elettorale. Quindi niente di strano se torniamo a vedere il film della Lega di lotta e di governo. Il copione è sempre lo stesso. Salvini promette cose impossibili, illudendo un’Italia stremata dalle misure anti-Covid che

Continua »
TV E MEDIA