Anarchici in piazza a Roma durante la notte di San Silvestro. Alta tensione nel sit-in organizzato in solidarietà ad Alfredo Cospito

Anarchici in piazza a Roma durante le feste di San Silvestro. Alta tensione nel sit-in di questa notte in solidarietà ad Alfredo Cospito

Nella giornata di ieri, numerosi soggetti riconducibili all’area degli anarchici, provenienti da diverse province italiane e alcuni di altre nazioni, hanno tentato, durante il corso di tutta la giornata, di disturbare, con cortei non preavvisati e iniziative estemporanee, anche violente, i festeggiamenti del capodanno nella Capitale.

Anarchici in piazza a Roma durante la notte di San Silvestro. Alta tensione nel sit-in  organizzato in solidarietà ad Alfredo Cospito

I manifestanti hanno tentato, invano, di arrivare dinanzi alla Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, sempre in solidarietà ad Alfredo Cospito e contro il regime del 41 bis. I servizi di ordine pubblico, appositamente predisposti dalla Questura di Roma, hanno consentito di contenere azioni pericolose e comportamenti lesivi per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Durante le attività è stato rinvenuto e sequestrato numeroso materiale riconducibile ai manifestanti, tra cui oggetti atti a offendere, scudi, caschi e altri indumenti probabilmente destinati al loro travisamento. Sono al vaglio della Digos le immagini realizzate dalla Polizia Scientifica per individuare i soggetti coinvolti ed eventualmente deferirli all’Autorità Giudiziaria.

Leggi anche: Arrestati sette anarchici del Fai. Perquisizioni in diverse regioni d’Italia. L’indagine è partita da una bomba esplosa nel quartiere Crocetta di Torino.

Il comunicato della Questura di Roma

“I servizi di Ordine Pubblico, appositamente predisposti dalla Questura di Roma hanno consentito di contenere azioni pericolose e comportamenti lesivi per l’ordine e la sicurezza pubblica” permettendo di festeggiare in tranquillità l’arrivo del nuovo anno ai tanti presenti in strada a Roma, si legge in una nota.

“Durante le attività è stato rinvenuto e sequestrato numeroso materiale riconducibile ai suddetti manifestanti, tra cui oggetti atti ad offendere, scudi, caschi e altri indumenti probabilmente destinati al loro travisamento. Sono al vaglio della Digos le immagini realizzate dalla Polizia Scientifica per individuare i soggetti coinvolti ed eventualmente deferirli all’Autorità Giudiziari”, conclude la nota.

Pubblicato il - Aggiornato il alle 08:01
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram