Arrestato a Londra Julian Assange. Il cofondatore di WikiLeaks rivelò i segreti dell’intelligence americana. Dal 2012 era rifugiato nell’Ambasciata dell’Ecuador

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il cofondatore di Wikileaks, Julian Assange, è stato arrestato oggi dalla polizia britannica nell’ambasciata dell’Ecuador, a Londra, sulla base di un provvedimento emesso dal Tribunale di Westminster il 29 giugno del 2012. Nei giorni scorsi il governo ecuadoriano aveva revocato l’asilo politico concesso ad Assange. “L’Ecuador ha revocato illegalmente l’asilo politico concesso in precedenza a Julian Assange in violazione del diritto internazionale”, è l’accusa lanciata da WikiLeaks.

Il presidente dell’Ecuador, Lenin Moreno, ha detto che il suo Paese ha revocato l’asilo ad Assange per “violazioni della convenzione internazionale” da parte del giornalista australiano, che dal 2012 era rifugiato nella sede diplomatica di Quito a Londra. Assange è stato arrestato all’interno dell’ambasciata dell’Ecuador. E’ stato l’ambasciatore a far entrare la polizia britannica all’interno della sede diplomatica.

https://www.youtube.com/watch?time_continue=4&v=8oqJiNzJQ_E

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Lega & soci altamente inquinanti

Mentre in Germania per la prima volta i Verdi superano nei sondaggi i conservatori della Merkel, in Italia una destra rimasta all’uomo di Neanderthal fa disperatamente opposizione per non inserire la difesa dell’ambiente nella Costituzione. La proposta sostenuta fortemente dai 5 Stelle è stata sotterrata

Continua »
TV E MEDIA