Assange con la valigia in mano

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dalla Redazione

Il fondatore di Wikileaks, Julian Assange, lascerà presto l’ambasciata dell’Ecuador a Londra, dove è recluso da circa due anni. Su di lui pende un ordine di arresto svedese per stupro. L’annuncio dello stesso Assange in una conferenza stampa nell’ambasciata di Quito assieme al ministro degli Esteri ecuadoriano.

“Lascerò l’ambasciata presto, ma forse non per le ragioni di cui parlano la stampa di Murdoch e Sky News”, afferma Assange. Problemi di cuore quelli che hanno evidenziato i media britannici. Il ministro dell’Ecuador, Ricardo Patino, ha detto di voler incontrare il nuovo ministro degli Esteri britannico nel tentativo di superare l’impasse sul futuro di Assange.