Atomico Trump. Il presidente eletto chiede di rafforzare l’arsenale nucleare americano: sfida “all’amico” Putin

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Donald Trump non depone le armi. Anzi chiede un rafforzamento dell’arsenale atomico. “Gli Stati Uniti devono fortemente rafforzare ed ampliare la propria capacità nucleare”, ha scritto su Twitter il presidente eletto. Una presa di posizione arrivata al termine della seconda giornata di briefing con gli agenti Usa per la sicurezza nazionale. L’inversione di rotta è drastica rispetto a Barack Obama, che aveva auspicato una progressiva denuclearizzazione.

Ma soprattutto Trump sembra rispondere alle dichiarazioni del presidente russo, Vladimir Putin. “Dobbiamo rinforzare il potenziale militare delle forze nucleari strategiche, a partire da missili in grado di superare i sistemi di difesa antimissilistici che si stanno per imporre, e neutralizzare ogni minaccia militare”, ha detto il numero uno del Cremlino. Smentendo nei fatti quel processo di avvicinamento tra le due super potenze, previsto dopo la vittoria del miliardario alle elezioni presidenziali americane.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Le destre a pezzi nei Comuni

In autostrada nei giorni da bollino rosso c’è meno traffico rispetto al via vai dei sondaggi sulle prossime amministrative. Nel mazzo c’è anche roba di dubbia provenienza, a uso e consumo dei candidati che commissionano (e pagano) le indagini. D’altra parte, un po’ d’ottimismo fa

Continua »
TV E MEDIA