Attentato al Cairo: autobomba contro il Consolato italiano. Un morto e nove feriti. L’edificio, nel cuore della città, era chiuso

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Erano da poco passate le 6.30 del mattino quando la capitale egiziana è stata scossa dalla deflagrazione, causata con tutta probabilità da una bomba posta sotto una vettura. Una fonte della sicurezza ha reso noto che “l’esplosione ha danneggiato oltre alla facciata esterna del Consolato italiano, che era chiuso, anche alcune abitazioni limitrofe. Il bilancio perla di 1 morto e 9 feriti.  L’Isis ha rivendicato l’attentato al Cairo. Lo riferisce il Site sul profilo Twitter. Grazie alla benedizione di Allah i soldati dello Stato Islamico hanno fatto esplodere 450 kg di esplosivo piazzati dentro una macchina parcheggiata davanti al Consolato italiano al Cairo”. E’ quanto scrive un account di Twitter considerato vicino all’Isis rivendicando l’attentato. I terroristi annunciano nuovi attacchi.

La potente esplosione si è verificata questa mattina al Cairo davanti al Consolato italiano che si affaccia su Galaa Street nel quartiere residenziale di Boulac. Continua a salire il bilancio dei feriti dell’esplosione. Il ministero della Salute precisa che “nove persone sono rimaste ferite, di cui due gravi”. Lo scrive l’agenzia Mena. La potente esplosione ha causato anche una vittima. Nessun italiano è rimasto coinvolto.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Lega & soci altamente inquinanti

Mentre in Germania per la prima volta i Verdi superano nei sondaggi i conservatori della Merkel, in Italia una destra rimasta all’uomo di Neanderthal fa disperatamente opposizione per non inserire la difesa dell’ambiente nella Costituzione. La proposta sostenuta fortemente dai 5 Stelle è stata sotterrata

Continua »
TV E MEDIA