Australia, Isis in azione a Melbourne. Somalo prende in ostaggio una donna e uccide un uomo. Terrorista ucciso dopo scontro a fuoco con la polizia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Terrorismo islamico anche in Australia, dove un attentatore ha ucciso un uomo e ha preso in ostaggio una donna. Il tutto è accaduto all’interno di un condominio nel distretto di Brighton a Melbourne. Immediato l’intervento delle forze di polizia con cui l’attentatore ha innescato una sparatoria in seguito a un negoziato. Il killer di origini somale è stato ucciso. Si chiamava Yacqub Khayre e prima di morire ha chiamato alla televisione locale Channel News per far sapere di agire per conto di al Qaeda e dell’Isis. Tre gli agenti rimasti feriti nella sparatoria, mentre la donna presa in ostaggio è stata liberata.

La rivendicazione del Califfato, invece, è arrivata poco più tardi attraverso la sua agenzia, l’Amaq. L’attacco terroristico era cominciato con un’esplosione nel condominio. La donna sequestrata, secondo quanto riportato dai media locali, era stata chiamata dal somalo attraverso un servizio di escort. Sarebbe rimasto ucciso un dipendente del complesso residenziale dove è avvenuto il sequestro che avrebbe provato ad aiutare la donna presa in ostaggio.

L’attentatore, a quanto pare, era già noto all’intelligence australiana per aver progettato un piano d’attacco contro una base militare a Sidney.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quel bivio tra il M5S e il Ponte sullo Stretto

Nei sondaggi della Ghisleri e Pagnoncelli non c’è traccia, ma in Italia non c’è partito che sta crescendo più di quello del cemento. I soldi del Recovery Plan permetteranno di aprire cantieri ovunque, e come da tradizione c’è la fila per costruire quello che capita,

Continua »
TV E MEDIA