Bagno di sangue a Gaza

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dalla Redazione

Non si ferma il bagno di sangue a Gaza. In una sola settimana i raid israeliani sulla Striscia di Gaza hanno già provocato 172 morti, tra cui donne e bambini. Una strage. Nel frattempo prosegue la risposta di Hamas. Ieri l’organizzazione palestinese ha lanciato circa 130 razzi verso lo stato ebraico ma la maggior parte sono stati intercettati dall’Iron Dome.

Hamas rivendica anche l’invio di droni per lo svolgimento di operazioni speciali in Israele. E, in effetti, stamattina l’esercito di Tel Aviv ha ammesso di averne abbattuto uno nei cieli di Ashod con un missile Patriot.

Prosegue l’esodo di palestinesi da Gaza. Circa 17mila persone hanno abbandonato le proprie case e hanno trovato accoglienza presso le strutture messe a disposizione dall’Onu.