Ballottaggi, Di Maio: “Nel Movimento serve una nuova organizzazione”. Le priorità del Governo: “Subito il salario minimo e abbassare le tasse”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Auguri a tutti gli italiani che stamattina si sono svegliati sindaci delle loro città. Sono contento per il risultato ottenuto a Campobasso e faccio i complimenti al nuovo sindaco Roberto Gravina. Sono contento per lui, ma lo sono soprattutto per i campobassani perché la loro città ha bisogno di rinascere, come tante altre nel nostro Paese. Però le città non sono dei trofei da esporre e invece stamattina ho visto che i partiti già si contavano i trofei”. E’ quanto scrive sulla sua pagina Facebook, commentando i risultati dei ballottaggi, il vicepremier Luigi Di Maio.

“Il voto è espressione della nostra democrazia – aggiunge il leader del M5S -, non si festeggiano le vittorie, ma i risultati, le promesse che si riescono a mantenere. Anzi, una che ho fatto agli amici di Campobasso la voglio già onorare: ci vediamo domenica 23 giugno per la sfilata dei Misteri, sarà un onore!”.

“Attenzione però: il MoVimento 5 Stelle – prosegue Di Maio – non può illudersi che con una vittoria singola sia tutto a posto. Serve un’organizzazione in modo tale che ci siano ruoli, responsabilità, progetti e in quest’ottica continuano i lavori. Nei prossimi mesi voglio mettere a punto l’organizzazione con persone che possano rispondere alle esigenze degli italiani”.

“Ma non ci fermiamo nemmeno per quel che riguarda le priorità di governo. È fondamentale – conclude il vicepremier – mettere al centro i cittadini italiani, partendo dai giovani. Serve subito il salario minimo ed è necessario abbassare le tasse. E poi proseguiamo con la lotta ai privilegi partendo dal taglio dello stipendio dei parlamentari. Andiamo avanti!”.