Berlusconi, si decide sulla decadenza. Già finita la seduta pubblica, al via la Camera di Consiglio. Il verdetto tra stasera e domani

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Alla  giunta delle Elezioni del Senato oggi è il giorno in cui si decide  della decadenza da senatore di Silvio Berlusconi. Già terminata la ‘seduta pubblica’. Assenti gli avvocati del Cavaliere, ha preso la parola il legale Salvatore Di Pardo che cura gli interessi di Ulisse Di Giacomo, colui che prenderebbe lo scranno di Berlusconi qualora decadesse. “Berlusconi non può più sedere in Senato”, ha affermato il legale di Di Giacomo, primo dei non eletti in Molise, “e voi senatori siete chiamati a far rispettare la legge”. Iniziata la Camera di Consiglio, in serata o al massimo domani la decisione.

Il presidente della giunta Dario Stefàno, in inizio di seduta, ha ricordato le vittime del naufragio a largo di Lampedusa, facendo appello all’Unione europea e alla comunità internazionale. “E’ tempo che si agisca”, ha detto invitando ad osservare un minuto di silenzio.