Campidoglio, una gaffe al giorno toglie Bertolaso di torno. “Mia moglie potrebbe votare Giachetti”. E perché dovrebbero votarlo i romani?

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Come se non fossero già abbastanza le gaffe di Guido Bertolaso da candidato di sindaco di Roma, oggi se ne aggiunge un’altra alla serie. L’ex capo della Protezione civile tanto sponsorizzato da Silvio Berlusconi per la corsa verso il Campidoglio oggi ha messo in dubbio di poter essere votato anche dalla sua metà: “Mia moglie mi vota? Bella domanda, lei sperava che avessi fatto qualcosa di diverso che candidarmi a sindaco. Ora si è adeguata e mi dà una mano”, ha affermato Bertolaso al programma di Rai Radio2 ‘Un Giorno da Pecora’. Secondo Bertolaso la moglie potrebbe votare Giachetti e non Marchini: “Voterà per Giachetti? “Quello potrebbe darsi”. Per quale motivo? “Perché mia moglie ha tendenze di questo tipo, di sinistra”. E alla domanda se ha votato Pd in passato, ha aggiunto: “Sicuramente ha votato Rutelli in passato”. Di abbandonare la corsa Bertolaso ha detto di non pensarci affatto. Anche se lo stesso ex capo della Protezione civile ha parlato di sinergie con Marchini. Sulla discesa in campo di Giorgia Meloni l’ex capo della Protezione civile ha detto: “E’ stata una doccia fredda, un fulmine a ciel sereno. In politica i tradimenti sono all’ordine del giorno, sicuramente speravo che non ci fosse da parte di Giorgia perché è una persona che stimo e mi ha dato anche dei premi in passato”.