Boko Haram, le studentesse rapite due anni fa sarebbero ancora vive. E ora fanno appello alle autorità nigeriane (VIDEO)

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

A distanza di due anni, alcune delle studentesse nigeriane sequestrate da Boko Haram in Nigeria sarebbero ancora vive. A dirlo è la Cnn che ha ottenuto una registrazione video in cui appaiono alcune delle ragazze nigeriane sequestrate da Boko Haram esattamente due anni fa, il 14 aprile del 2014. Le immagini sarebbero state inviate – a dimostrazione dell’esistenza in vita delle giovani – dai rapitori ai negoziatori. Il video in cui compaiono 15 ragazze sono state fatte vedere ad alcune famiglie pochi giorni fa. Il video sarebbe stato girato a dicembre 2015, nel quadro dei negoziati tra governo e Boko Haram.

Ad ognuna delle giovani viene posta la stessa domanda: “Come ti chiami? Come si chiama la tua scuola? Dove sei stata presa?”. E ognuna di loro risponde e spiega di essere stata rapita nella scuola secondaria di Chibok. Il video si chiude con un appello di una delle ragazze che esorta le autorità nigeriane a fare in modo di farle tornare alle loro famiglie. “Parlo a nome di tutte le ragazze di Chibok, stiamo tutte bene”, afferma, sottolineando la parola “tutte”.