Bombe sulla centrale di Zaporizhzhia. Mosca accusa Kiev

Secondo quanto hanno riferito le autorità locali russe, le forze ucraine avrebbe colpito il tetto della centrale nucleare di Zaporizhzhia.

Le forze armate ucraine stanno combattendo molto vicino all’impianto nucleare di Zaporizhzhia e secondo quanto riferiscono le autorità locali russe, che occupano la zona dall’inizio del conflitto in Ucraina, il tetto della centrale nucleare sarebbe stato addirittura colpito. Ma le autorità di Kiev affermano il contrario.

Bombe sulla centrale di Zaporizhzhia. Mosca accusa Kiev

Secondo quanto hanno riferito le autorità locali russe, le forze ucraine avrebbe colpito il tetto della centrale nucleare di Zaporizhzhia

Le forze armate ucraine, hanno riferito ancora le autorità locali russe, avrebbe aperto il fuoco di artiglieria verso la centrale di Zaporizhzhia a Enerhodar, nella parte della regione controllata dalla Russia, e una granata avrebbe colpito il tetto di una struttura speciale della centrale, utilizzata per stoccare il combustibile per i reattori.

“Le forze armate ucraine stanno sparando con l’artiglieria vicino alle unita’ di potenza della centrale nucleare di Zaporizhzhia”, ha dichiarato l’amministrazione in un messaggio pubblicato sul suo canale ufficiale.

Le immagini pubblicate dalle stesse autorità russe “mostrano il colpo di un proiettile di artiglieria da 155 mm sul tetto della struttura speciale n. 1 sul terreno della centrale nucleare”.

Secondo i russi il proiettile sarebbe stato sparato da un obice di fabbricazione americana

Il proiettile sarebbe stato sparato da un obice M777 di fabbricazione americana “dalla città di Nikopol, sul lato opposto del fiume Dnieper. A mostrare le foto è stato l’esponente del consiglio principale dell’amministrazione provvisoria della regione di Zaporizhzhia, Vladimir Rogov.

Secondo le autorità di Enerhodar, l’obiettivo delle Forze armate ucraine è quello di sventare la missione dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica a Zaporizhzhia, annunciata oggi dai vertici dell’Aiea, e di impedire l’avvio di una cooperazione tra la Russia, l’amministrazione della regione di Zaporizhzhia e la stessa Agenzia internazionale.

La Russia, ha detto oggi il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, garantirà la sicurezza agli esperti della missione dell’Aiea a Zaporizhzhia nella parte del territorio che controlla. “Ovviamente – ha annunciato Peskov – la Russia fornirà la sicurezza necessaria nel territorio tenendo ben presente i rischi che vi sono in quell’area dove sono in corso attacchi da parte dell’Ucraina”.

Gli esperti dell’Aiea, ha precisato il portavoce del Cremlino, “arriveranno dalla zona controllata dalle forze armate ucraine. Lì saranno gli ucraini a garantire la loro sicurezza”.

Kiev accusa Mosca: “Bombarda Energodar per intimidire i civili locali e incolpare le Forze armate ucraine”

Il consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, Mikhail Podolyak, respinge le accuse al mittente affermano che la Russia sta bombardando sistematicamente l’area della centrale di Zaporizhzhia per intimidire la popolazione locale e nascondere i suoi crimini “nucleari”.

“Il bombardamento cinico e sistematico di Energodar, occupata dalle forze russe, è uno spettacolo sanguinoso appositamente organizzato, il cui scopo è intimidire i civili locali, incolpare le Forze armate ucraine e mascherare i loro crimini ‘nucleari'”, ha scritto Podolyak aggiungendo che “ai barbari non importa uccidere”.

Leggi anche: Al via la missione dell’Aiea nella centrale di Zaporizhzhia. Un team di esperti ispezionerà il più grande impianto dell’Ucraina

Pubblicato il - Aggiornato il alle 16:08
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram