Bonafede sceglie Piccirillo come capo di Gabinetto. E’ stato gip a Napoli e poi sostituto procuratore generale in Cassazione

dalla Redazione
Politica

Dopo le dimissioni Fulvio Baldi, il magistrato legato alla corrente Unicost e rimasto invischiato nelle intercettazioni del caso Palamara, il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, ha chiesto al Csm il collocamento fuori ruolo del sostituto procuratore generale presso la Corte di Cassazione, Raffaele Piccirillo, per destinarlo al ruolo di capo di Gabinetto in sostituzione di Baldi. Piccirillo è in magistratura nel 1994, dal 2008 al 2013 è stato giudice delle indagini preliminari a Napoli. Poi l’incarico alla Corte di Cassazione come magistrato addetto all’ufficio del Massimario. Dal settembre 2014 al giugno 2018 è stato Direttore generale della giustizia penale al ministero della Giustizia e poi Capo del Dipartimento per gli affari di giustizia.