Brasile, trovato un cadavere in un’auto data alle fiamme. “È quello dell’ambasciatore greco Amiridis”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sarebbe quello dell’ambasciatore greco a Rio de Janeiro, Kyriakos Amiridis, il cadavere ritrovato all’interno di un’auto bruciata. Questo, perlomeno, è quello che pensa la polizia brasiliana, secondo la rete televisiva Globo anche se ad ora non ci sono conferme ufficiali.

Amiridis, diplomatico di 59 anni, era scomparso tre giorni fa. Si trovava a Rio per il Capodanno, era stato visto per l’ultima volta mentre lasciava la casa di alcuni amici della moglie, nel centro di Nova Iguacu, un comune nella zona nord della metropoli carioca.

Un funzionario di polizia ha poi precisato che la moglie ha segnalato la sua scomparsa solo mercoledì. L’ispettore capo di Rio, Evaristo Pontes, citato giorni fa dal quotidiano Folha de S.Paulo, ha escluso l’ipotesi del rapimento. “Stiamo seguendo qualche pista ma non quella. Se fosse stato un sequestro i rapitori si sarebbero già messi in contatto per un eventuale riscatto”, ha spiegato.

In precedenza, Amiridis era stato console generale per la Grecia a Rio dal 2001 al 2004, divenendo poi ambasciatore in Libia dal 2012 e arrivando in Brasile all’inizio del 2016. Nessun commento dal ministero degli Esteri brasiliano, se non per confermare che il caso è seguito dalla polizia, e no comment anche dalla diplomazia greca di Atene.