Caso Regeni, Di Maio: “Ci aspettiamo una risposta il prima possibile su come l’Egitto intenda punire i colpevoli”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Il primo incontro che abbiamo avuto io e il presidente Conte stamattina è stato con al-Sisi e ovviamente al centro dei colloqui c’è stato il caso Regeni. Noi ci aspettiamo dall’Egitto risposte il prima possibile su come intendano colpire i colpevoli di quel delitto”. E’ quanto ha detto il ministro degli Affari Esteri, Luigi Di Maio, durante l’incontro con la stampa italiana alle Nazioni Unite di New York. Un incontro in cui Di Maio ha mostrato una posizione molto decisa sull’omicidio del ricercatore italiano, Giulio Regeni. “E’ chiaro ed evidente – ha detto, dopo aver incontrato in un meeting bilaterale il presidente egiziano al-Sisi – che per quanto ci riguarda anche tutto il fronte della cooperazione economica e della partnership tra i due Paesi non potrà decollare se prima non ci sarà un chiaro epilogo della vicenda Regeni”. Di Maio ha evidenziato che si deve fare chiarezza “sulla verità”, e si deve “punire i colpevoli”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA