Catalogna indipendente, la Corte costituzionale spagnola blocca la secessione. Rajoy pronto a tutto per fermare il parlamento di Barcellona

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Spagna pronta a tutto pur di fermare la recessione della Catalogna. Approvato in via cautelare dalla Corte costituzionale il ricorso presentato il ricorso del governo del premier Mariano Rajoy contro la mozione approvata dal parlamento di Barcellona per avviare la secessione della Catalogna. La Corte ha ammesso il ricorso, sospendendo in maniera automatica l’applicazione della risoluzione in attesa di una sentenza nel merito della questione. “La volontà politica dell’esecutivo catalno è quella di andare avanti per quel che riguarda il contenuto della risoluzione approvata lunedì”, ha dichiarato la vicepresidente Neus Munté. Il premier Rajoy aveva definito la mozione approvata dal parlamento catalano “anticostituzionale”. Aveva, inoltre, ribadito di non voler darla vinta e quindi non accettare in alcun modo che “alcuni signori liquidino le norme di convivenza che ci siamo dati tutti insieme”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA