Concluso il vertice M5S-Pd. I capigruppo Patuanelli e D’Uva: “Clima positivo. Non abbiamo parlato di nomi”. In corso a Montecitorio una riunione dei parlamentari 5S

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Il presidente del Consiglio ha dimostrato grandissima capacità, oggi con il Pd non abbiamo parlato di nomi Avevamo presentato 10 punti dopo il primo giro di consultazioni, nel weekend il Pd ha elaborato più nel dettaglio alcune proposte che oggi ha voluto farci vedere”. E’ quanto ha detto il capogruppo del M5S alla Camera, Stefano Patuanelli, al termine dell’incontro con la delegazione del Pd.

Parla di “sensazioni positive”, invece, il capogruppo del M5S, alla Camera, Francesco D’Uva. “Abbiamo lavorato in un buon clima – ha aggiunto Patuanelli – , domani continueremo. Se sono ottimista? Lo sono di natura. Domani ci vediamo e continuiamo”. Il nostro capo politico è Luigi Di Maio e si parla con lui, ora stiamo andando a confrontarci con lui.

Poco, dopo a Montecitorio, è iniziata, invece, la riunione dei gruppi parlamentari del M5S.  All’ordine del giorno, anche in questo caso, l’accordo con il Pd in vista della formazione del nuovo governo. Assente il capo politico del movimento, Luigi Di Maio, impegnato a Palazzo Chigi in una riunione con i capigruppo D’Uva e Patuanelli sull’esito dell’incontro con il Pd.

“Siamo un partito totalmente alternativo sia al Pd che dalla Lega, se siamo riusciti a portare con la Lega i nostri punti di governo, ci riusciremo anche con il Partito Democratico” ha detto il sottosegretario al ministero agli Affari Esteri, Manlio Di Stefano, lasciando la riunione degli eletti del Movimento 5 Stelle. “Questo paese – ha aggiunto l’esponente pentastellato – comincia a parlare la lingua del Movimento 5 Stelle, se ci riusciremo sarà una vittoria per tutti. Ci stiamo aggiornando e ci stiamo confrontando con le varie anime del Movimento. Domani da Mattarella andremo a fare il punto della situazione”.