Concorsone Rai, le ultime promesse di Viale Mazzini. A maggio le prime chiamate: sarà vero? E intanto i giornalisti interni infuriati con Verdelli per la scelta di Merlo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un altro fronte aperto a Viale Mazzini riguarda i giornalisti. In organico ce ne sono circa 1700 (tra quelli a tempo determinato, sono esattamente 1610, e un centinaio di precari). Nonostante i numeri il direttore editoriale Verdelli ha indicato in tre esterni (tra cui Merlo, del quale è stato riproposto sui media un vecchio articolo al vetriolo contro la Rai) i nomi che vuole a fianco per il suo mandato. Una mazzata per gli interni. In attesa ci sono anche i 106 vincitori del Concorsone Rai, attualmente in graduatoria, che da più di sei mesi aspettano una chiamata da Viale Mazzini. Alcuni di loro nei giorni scorsi – come anticipato da La Notizia – hanno scritto una lettera ai vertici Rai e solo dopo qualche giorno hanno ricevuto una risposta. è stato promesso loro che la chiamata inizierà dal mese di maggio. In verità è sembrata una prassi di maniera, in vista dei cambi ferie, soprattutto nelle redazioni periferiche. Il sindacato Usigrai si farà promotore di un incontro con i vincitori. E chiederà all’azienda i criteri delle scelte.