Contagi da Coronavirus a quota 283, 54 in più rispetto a ieri. 7 le vittime. Ricciardi (Oms): “Misure adottate vanno nella direzione giusta. Ma si è persa l’efficacia iniziale”. Palazzo Chigi smentisce fake news su chiusura scuole

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il numero di contagia da Coronavirus in Italia è salito a 283. Fra queste rientrano le sette persone decedute e la persona guarita. E’ quanto ha detto il capo dipartimento della Protezione civile e commissario all’emergenza, Angelo Borrelli, nel corso del consueto punto stampa sulla diffusione del virus in Italia. Rispetto ai dati diffusi ieri sera c’è stato “un incremento di 54 unità”, ha aggiunto Borrelli.

“In Lombardia – ha detto ancora il capo della Protezione civile – i casi sono 212 con un incremento di 40 casi; in Veneto 38 casi con un incremento di 5; in Emilia 23 casi con un incremento di 5; in Piemonte 3; nel Lazio 3 casi; in Toscana 2 casi; e in Sicilia 1”.  I ricoverati in ospedale con sintomi sono complessivamente 109, quelli in terapia intensiva 29 e quelli in isolamento domiciliare 137.

“Le misure che sono state prese vanno nella direzione giusta” ha detto nel corso della conferenza stampa Walter Ricciardi dell’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) e neo consulente del ministro della Salute italiano. “Dopo i primi casi a Roma, gestiti in maniera antologica, – ha detto ancora – una certa frammentazione regionale, non ne faccio colpa a nessuno, con tamponi fatti in modo sparso, si è persa l’efficacia iniziale. Ora stiamo cercando di ricondurre all’unitarietà l’azione”.

La Presidenza del Consiglio, informa una nota di Palazzo Chigi, “smentisce le notizie che stanno circolando in queste ore su una presunta chiusura, per decisione del Presidente Conte, di tutte le scuole di ogni ordine e grado. Le decisioni e le misure adottate dal governo vengono comunicate esclusivamente attraverso i canali e le fonti ufficiali, alle quali si prega di far riferimento”.