Corea del Nord, Kim prova a mostrare i muscoli agli Usa. Ma il tentativo di lanciare un nuovo missile fallisce. Trump: “Lavoriamo con Cina per risolvere il problema”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La Corea del Nord ha provato ancora a mostrare i muscoli al mondo lanciando un missile dalla base militare di Simpo, sulla sua costa orientale. Razzo che però sarebbe caduto in mare poco dopo il lancio. Il nuovo tentativo è arrivato nel giorno successivo alla parata militare per il 105° anniversario della nascita del fondatore della Stato nord coreano, il ‘presidente eterno’ Kim Il-sung, nonno dell’attuale leader Kim jong-un. Una parata in cui sono stati mostrati nuovi missili balistici, tra cui alcuni che potrebbero avere una gittata intercontinentale. Non è chiaro, però, se si tratti di prototipi o falsi vettori.

Il lancio è stato effettuato ieri sera quando erano le 23,21 in Italia. Lancio confermato anche dal Pentagono: “Il comando Usa del Pacifico ha intercettato e tracciato il missile nordcoreano alle 11,21 ora delle Hawaii (le 23,21 in Italia) del 15 aprile. Il lancio è avvenuto vicino (al porto orientale) di Sinpo. Il missile è esploso quasi immediatamente”.

La tensione internazionale si fa sempre più alta e, in questo clima, circola anche l’ipotesi di un possibile sabotaggio da parte degli Usa al lancio del nuovo missile nordcoreano. Conferme ufficiali non ce ne sono, ma si inizia a parlare di una cyberguerra preventiva attraverso interferenze informatiche. Il sospetto nasce dal verbo utilizzato dagli americani “abbiamo intercettato” un missile…

Dopo il silenzio iniziale è arrivata anche la reazione del presidente americano Donald Trump. Dopo che due giorni fail tycoon aveva già fatto sapere che la Corea del Nord rimane uno dei problemi per gli Stati Uniti di cui doversi occupare. Oggi Trump ha spiegato che la Cina sta lavorando con gli Usa per risolvere il problema nordcoreano. “Perché dovrei chiamare la Cina un manipolatore di valuta quando sta lavorando con noi sul problema nordcoreano”, ha scritto Trump, “Vediamo cosa succede!”. Il tentativo di lancio fallito da parte della Nord Corea è arrivato proprio mentre il vicepresidente Usa, Mike Pence, si stava recando a Seul, in Corea del Sud, per discutere con gli alleati proprio della delicata situazione con l’altra Corea di Kim. Gli Usa, intanto, hanno già schierato un potente dispositivo navale nel mare di Corea; presente anche la squadra navale d’attacco.

 

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quel bivio tra il M5S e il Ponte sullo Stretto

Nei sondaggi della Ghisleri e Pagnoncelli non c’è traccia, ma in Italia non c’è partito che sta crescendo più di quello del cemento. I soldi del Recovery Plan permetteranno di aprire cantieri ovunque, e come da tradizione c’è la fila per costruire quello che capita,

Continua »
TV E MEDIA