Coronavirus, Brusaferro (Iss): “Siamo ancora nella fase epidemica. L’obiettivo è contenere i contagi fino al vaccino. Il monitoraggio è alla base della Fase 2”

dalla Redazione
Politica

“Siamo ancora nella fase epidemica, il fatto che la curva sia decrescente, grazie ai comportamenti adottati dai cittadini, e questo è un fatto positivo ma ciò non toglie che abbiamo ancora nuovi casi e che il virus è presente nel Paese, questo deve farci adottare tutte le precauzioni”. E’ quanto ha detto il presidente dell’Istituto superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, in audizione presso la Commissione Affari sociali della Camera. “Il virus – ha aggiunto il numero uno dell’Iss – si diffonde nella stessa maniera in cui si diffondeva all’inizio. Non siamo ancora in grado di immaginare l’eradicazione del virus perché serve il vaccino, il nostro obiettivo è tenere l’Rn al di sotto dell’uno e contenere il contagio, rendendolo sostenibile per il servizio sanitario”.

“Siamo ancora lontani da quel 70-80% di immuni – ha spiegato Brusaferro nel corso dell’audizione – che ci permetterebbe di parlare di immunità di gregge, che avremmo forse solo con il vaccino. Il monitoraggio è alla base della fase 2, serve per avere dati tempestivi, completi, per capire quanto sta accadendo per poter intervenire tempestivamente. In questo il contact tracing ò lo strumento base: andare a individuare la persone positiva o sospetta positiva, che deve essere contattata e devono essere identificate le persone con cui è entrata a contatto. L’app sicuramente agevola”.