Corruzione spaziale

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

La Corte dei conti del Lazio avviato un procedimento sull’Agenzia spaziale italiana, il cui ormai ex presidente Enrico Saggese è stato indagato dalla Procura di Roma nell’ambito di una inchiesta per corruzione. Le verifiche sono state avviate dopo le perquisizioni eseguite la scorsa settimana dagli investigatori della Gdf e dei carabinieri. Secondo quanto si è appreso la magistratura contabile che nei mesi scorsi ha condannato in primo grado i manager per un danno erariale da 5mila euro in relazione ad una consulenza, ha in essere un procedimento riguardante altri incarichi esterni ed uno relativo ad una sede dell’Asi. I controlli – si sottolinea – sono comunque ancora ai primi passi e potrebbero anche risolversi in modo positivo.