Dal 3 giugno l’Italia sarà pronta ad accogliere i turisti. Di Maio: “Le nostre strutture sono preparate e all’avanguardia. Inammissibili le black list tra Paesi europei”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Dal 3 giugno l’Italia ripartirà a 360 gradi, con le giuste misure precauzionali, abbiamo dato prova di grande impegno e gli italiani soprattutto di grande senso civico e responsabilità. Dal 3 giugno dunque ci si potrà muovere tra le regioni e a tal proposito siamo pronti ad accogliere in sicurezza cittadini europei che vogliono passare le loro ferie in Italia, come ogni anno. Le nostre strutture sono pronte, preparate e all’avanguardia”. E’ quanto ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, rivolgendosi ai suoi omologhi di Germania, Austria, Croazia, Cipro, Grecia, Spagna, Portogallo e Slovenia in un vertice sui flussi turistici in Ue. “E’ inammissibile – ha aggiunto il numero uno della Farnesuna – che ci siano delle black list tra i Paesi europei che fanno parte della stessa comunità. Se non cambiamo direzione, ci saranno serie ricadute economiche sul comparto turistico di tutti i Paesi europei, non solo dell’Italia”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA