Deterrenza nucleare: cos’è e cosa significa che Putin ne ha ordinato l’allerta in Russia?

rubli
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Deterrenza nucleare: cos’è e cosa significa che il presidente Vladimir Putin ne abbia ordinato l’allerta in Russia?

Deterrenza nucleare: cos’è? L’ordine del Cremlino

Nella giornata di domenica 27 febbraio, il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato al comando militare di mettere in allerta il sistema di deterrenza nucleare. L’ordine è stato pronunciato mentre Putin stava tenendo al Cremlino un colloquio con il ministro della Difesa Sergei Shoigu e con il capo di Stato maggiore Valery Gerasimov. In questo contesto, il presidente russo ha bollato come “illegittime” le sanzioni che l’Occidente ha adottato contro Mosca e che hanno duramente colpito la banca centrale russa, altre banche commerciali, alcuni oligarchi e lo stesso Putin.

A questo proposito, il leader del Cremlino ha dichiarato: “I Paesi occidentali non stanno soltanto imponendo sanzioni ostili, ma leader di grandi Paesi della NATO stanno facendo affermazioni aggressive nei confronti della Russia. Per questo ordino di mettere il sistema di deterrenza in stato di regime speciale di allerta – e ha sottolineato –. Le conseguenze saranno come non si sono mai viste nella storia”.

Mosca, lo spettro delle armi atomiche si abbatte sui Paesi NATO

Nel corso dell’ultima settimana di febbraio, in concomitanza con l’inizio della guerra in Ucraina, Vladimir Putin ha più volte minacciato di attaccare duramente qualsiasi Nazione avesse deciso di intromettersi in modo diretto nella battaglia intrapresa contro Kiev.

Al momento, la messa in stato di allerta della deterrenza nucleare rappresenta principalmente un monito rivolto da Mosca ai Paesi della NATO. In questo modo, il Cremlino ha voluto innalzare in modo ancora più significativo il livello di tensione in contesto internazionale.

Cosa significa che Putin ha ordinato l’allerta della deterrenza nucleare in Russia?

Per quanto riguarda il sistema di deterrenza russo, questo include armi di differenti tipologie tra le quali figurano anche quelle nucleari.

Nello specifico, le forze di deterrenza si suddividono tra Forze strategiche difensive e Forze strategiche offensive. In quest’ultima categoria, rientrano le Forze nucleari strategiche come Icbm, missili di precisione a lunga gittata e bombardieri. In questo contesto, inoltre, sono incluse anche le Forze missilistiche strategiche. Il sistema di deterrenza, quindi, non fa riferimento esclusivamente alle armi atomiche ma anche a sistemi non nucleari o duali.