Di chi sono questi bimbi?

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Cicogne confuse a Roma.
Al Sandro Pertini di Roma si è verificato uno scambio di embrioni nella procedura di fecondazione assistita, un errore che ha permesso a una donna di rimanere incinta di due gemelli che non sono suoi.

La notizia è riportata dal quotidiano La Stampa che racconta come per questo caso la Regione Lazio abbia deciso il blocco dell’attività.

L’errore sarebbe avvenuto il 4 dicembre dello scorso anno, quando quattro coppie si sono sottoposte alla procedure.

Una delle donne è rimasta incinta.  Secondo il test genetico non sono compatibili con i profili dei genitori.

Ora c’è una commissioni di indagine, voluta dal presidente del Lazio Nicola Zingaretti, con il direttore del centro Vitaliano De Salazar (da poco nominato) e presieduta dal rettore di Tor Vergata, il genetista Giuseppe Novelli. La prima domanda è capire se quel 4 dicembre ci sono stati altri errori, capire come è potuto succedere e anche determinare se i due gemelli sono compatibili tra loro, parzialmente o totalmente. Ora si dovrà cercare di spiegare alle coppie che non erano state avvertite cosa è successo e procedere ad altri esami e test. Poi certamente sarà aperta un’inchiesta dalla Procura di Roma. La commissione inizierà il suo lavoro lunedì 14 aprile.

La cronaca, in passato, ha già raccontato di casi di scambi di embrioni. In passato è successo in Germania, in Gran Bretagna e anche in Italia.