Ecco i paperoni del Parlamento. Il più ricco è il presidente del Senato Grasso. Guidi prima tra i ministri, Boschi ultima

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Federica Guidi è il ministro più ricco. Maria Elena Boschi quello più “povero”. Il quadro emerge dalla pubblicazione delle dichiarazioni patrimoniali dei parlamentari e membri dell’esecutivo nell’anno 2013. La ministra dello Sviluppo economico, imprenditrice, nel 2013 ha incassato 278 mila euro oltre a poter vantare vasti possedimenti immobiliari. Subito dopo c’è Pier Carlo Padoan, titolare del Tesoro, che nell’anno 2013 all’Ocse staccava un assegno da 216 mila euro. Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, all’epoca numero uno delle coop rosse, guadagnava quasi 194 mila euro. Non c’è che dire. Ma il più ricco resta il presidente del Senato, Pietro Grasso. Beatrice Lorenzin ed Angelino Alfano si accontentano di circa 98 mila euro l’anno, Un paperone tra i parlamentari Carlo Azeglio Ciampi con quasi 670 mila euro. E Brunetta che supera i 200 mila.