Effetto Jobs Act, aumentano i contratti a tempo indeterminato. Ad aprile sono 48 mila in più i rapporti di lavoro stabili

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il Jobs Act spinge il lavoro. Nello scorso mese di aprile le attivazioni di nuovi contratti a tempo indeterminato sono state 171.515 a fronte di 122.979 cessazioni con un saldo attivo di oltre 48.000 contratti stabili. Sono i dati del ministero del Lavoro che ha passato al setaccio la dinamica dei contratti. Le assunzioni sono state anche di più rispetto a quelle che si sono avute nell’aprile del 2014 (112.839). Complessivamente ad aprile sono stati attivati 756.926 contratti di lavoro, 210.000 in più rispetto alle cessazioni registrate nel periodo (546.382). Un dato che va di pari passo a quello registrato ad aprile con +203.000 ma con un +48.000 contratti a tempo indeterminato, gli stessi che erano stati a -6.000 l’anno precedente.