Egitto, turiste uccise da uno squalo nel Mar Rosso: chi sono le vittime dell’aggressione

Turiste uccise da uno squalo nel Mar Rosso in Egitto: si tratta di una donna austriaca di 68 anni e di una donna romena.

In Egitto, due turiste sono state uccise da uno squalo nel Mar Rosso: le autorità locali hanno rilasciato alcune informazioni rispetto al tragico episodio.

Egitto, turiste uccise da uno squalo nel Mar Rosso: chi sono le vittime dell’aggressione

Egitto, turiste uccise da uno squalo nel Mar Rosso

Due donne sono state attaccate da uno squalo mentre si trovavano in una nota località turistica situata in Egitto. In seguito all’attacco, le turiste sono decedute a causa della gravità delle ferite riportate. La notizia è stata confermata dalle autorità del Paese del Nord Africa.

In considerazione del drammatico evento, il governatore locale ha ordinato la chiusura delle spiagge in corrispondenza della zona in cui si è consumato l’incidente per tre giorni. Nello specifico, l’aggressione si è verificata a sud di Hurghada, nel Mar Rosso, come riferito dalle forze dell’ordine egiziane.

Sull’accaduto, è intervenuto anche il Ministero del Turismo egiziano che ha comunicato che una squadra di esperti sta lavorando al fine di “identificare le cause scientifiche e le circostanze dell’attacco e determinare la ragione dietro il comportamento” dell’esemplare.

Chi sono le vittime dell’aggressione

Sulla base delle informazioni sinora diffuse, è stato rivelato che le due turiste uccise da uno squalo nel Mar Rosso sono state identificate come una donna austriaca di 68 anni e una donna originaria della Romania.

L’aggressione alle due vittime pare sia stata filmata e diffusa sul web ma, al momento, l’autenticità delle immagini non è ancora stata accertata. A ogni modo, il video dovrebbe mostrare l’attacco alla turista austriaca. Nella clip, la 68enne è stata immortalata mentre lotta nel tentativo di sfuggire allo squalo e tornare a riva pochi istanti prima che l’acqua intorno a lei cominci a tingersi di rosso.

Episodi analoghi a quelli che si sono verificati nel Mar Rosso risalgono, ad esempio, al 2018, quando un turista cecoperse la vita. Nel 2015, invece, a perdere la vita è stato un turista tedesco. Ancora, nel 2010, vennero segnalati cinque attacchi in cinque giorni nei pressi di Sharm el-Sheikh che causarono una vittima e quattro feriti.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram