Enel racconta i #GUERRIERI d’Italia che combattono ogni giorno per i propri sogni

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Online il portale per raccontare le storie di affronta e sfida la crisi

Enel ha deciso di dare voce agli italiani, ai #guerrieri, a chi nonostante le difficoltà ha il coraggio di alzare la testa e combattere. Lo fa con la  piattaforma online guerrieri.enel.com dove è possibile raccontare la propria esperienza, a cui si aggiunge una campagna che unisce web, social network, stampa e tv. Il tutto all’insegna di una diffusione virale grazie all’utilizzo dell’hashtag, il simbolo # che precede una parola su Facebook e su Twitter e che raccoglie e propaga un argomento nel web. Guerrieri del lavoro, delle passioni, delle idee. Guerrieri silenziosi che lottano per se stessi e per gli altri per costruire ogni giorno il proprio domani. Alla cassa di un supermercato, nella polvere di un cantiere, davanti ad una scrivania ci sono i guerrieri dei nostri giorni, che affrontano di petto la crisi. Enel ha scelto di raccogliere le loro storie, storie comuni di vita quotidiana, che raccontano un’Italia che condivide sfide, fatiche e speranze. “Con #guerrieri – spiega Paolo Iammatteo, responsabile Comunicazione e CSR di Enel – vogliamo dare il giusto riconoscimento a chi ce la mette tutta. A tutte quelle persone che ogni giorno animano il nostro paese con la loro voglia di farcela, di superare la crisi, di non arrendersi e affrontare le sfide di ogni giorno. Enel, proprio perché è presente nella vita quotidiana di tanti italiani, ha scelto di sostenerli con una iniziativa di comunicazione mai vista nel nostro paese, con l’obiettivo di dare spazio e visibilità a questi eroi silenziosi e per poter interagire con loro . #guerrieri segue del resto lo stesso solco tracciato da “Milioni di attimi”, la campagna nata per festeggiare i primi 50 anni dell’azienda lanciata a giugno 2012. Alla sua base il concetto che Enel non abbia svolto solo un ruolo istituzionale nella storia della Penisola ma anche e soprattutto sia stata vicina alle persone giorno per giorno, attraverso la presenza dell’energia nella loro vita”.

Ma per Enel chi sono i guerrieri oggi?

“Sono uomini, donne, studenti, lavoratori, madri di famiglia e piccoli imprenditori; il popolo che ogni giorno anima l’Italia e affronta le sfide per costruire, cambiare e crescere. Ci sono i guerrieri del lavoro, che si svegliano ogni giorno all’alba. E i guerrieri che hanno il coraggio di puntare tutto su progetti innovativi, in cui investono se stessi con tutte le loro forze. Senza dimenticare i ragazzi e gli studenti che si affacciano alla vita in un clima difficile e con un futuro pieno di domande ma con tanta voglia di andare a cercarne le risposte. Per Enel devono avere quattro tratti fondamentali: energia, speranza, ascolto e determinazione. Il nostro obiettivo è quello di celebrare la determinazione delle persone comuni, dando vita a un racconto collettivo che ha il volto di un’Italia che spera, sogna, combatte e costruisce”.

Per il lancio di  #guerrieri avete scelto una strategia di comunicazione innovativa. In cosa consiste?

“Per far emergere i protagonisti di oggi abbiamo deciso di non affidarci solamente alla tradizionale campagna pubblicitaria con dipendenti o volti noti come testimonial. La campagna stampa e lo spot tv, in onda dal 15 settembre, mostrano le persone nell’ambiente in cui vivono, lavorano, studiano e combattono: nelle fabbriche, negli uffici, nelle scuole, nei supermercati. I #guerrieri vengono ripresi nei momenti di vita quotidiana perché è lì che affrontano le loro battaglie, mentre lottano per il loro presente e costruiscono il loro futuro. Una campagna integrata che si articola su tv, stampa e online ideata da Saatchi & Saatchi. L’obiettivo è quello di riuscire a coinvolgere il maggior numero di persone dando la possibilità di raccontare, fino al 7 ottobre, la propria storia sulla piattaforma di storytelling, guerrieri.enel.com”.

Come funziona la piattaforma online #guerrieri?

“Per partecipare all’iniziativa basta registrarsi all’indirizzo guerrieri.enel.com. Per tutto il mese di settembre e fino al 7 ottobre una guida coinvolgerà i partecipanti in un percorso di stimoli narrativi, che aiuteranno a comporre il racconto della propria ‘battaglia’ che tutti poi potranno leggere sulla piattaforma stessa e condividere in rete attraverso social network e blog.

La rete, i social network sono un punto cardine della campagna, del resto avete scelto di utilizzare l’hashtag, #guerrieri, già nel nome del progetto.

“La nostra intenzione era quella di creare un format che incorporasse un’evoluzione virale. In questo modo sarà possibile scoprire, far conoscere e votare le storie dei #guerrieri sui social network oltre che creare un argomento di discussione. Le migliori storie saranno selezionate e premiate. Perché #guerrieri è anche un concorso. Chi partecipa all’iniziativa, è invitato a condividere la propria storia e a farla votare dai lettori. Le votazioni saranno possibili fino al 14 ottobre. Tra le 100 storie più votate saranno ne estratte a sorte 5 e gli autori riceveranno una bicicletta elettrica come premio per aver partecipato condividendo la propria storia. Le più interessanti, inoltre, avranno la possibilità di diventare protagoniste di una successiva fase di comunicazione di Enel”. E alla fine i #guerrieri sbarcheranno nel vostro primo format tv? “Stiamo valutando se produrre per la prima volta nella nostra storia un vero e proprio format tv, che potrebbe andare in onda su una rete generalista in chiaro, per raccontare gli eroi con la ‘e’ minuscola del nostro Paese”.

LE FOTO DEL BACKSTAGE