Si ferisce, spruzza il sangue sulla polizia e urla di essere malato di Covid-19: arrestato a Genova

Posto di blocco Polizia
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un uomo di 59 anni ieri a Genova prima ha offeso con insulti razzisti un cittadino senegalese, poi all’arrivo della polizia si è ferito sfondando il fanale della sua auto. infine ha spruzzato il sangue sugli agenti urlando di essere malato di Covid-19.

Si ferisce, spruzza il sangue sulla polizia e urla di essere malato di Covid-19: arrestato a Genova

Ieri in via Rossini gli agenti sono intervenuti dopo una segnalazione per una lite in strada. Lì hanno visto un’automobile al centro della carreggiata con sopra tre uomini che stavano insultando un cittadino senegalese. I tre, ubriachi, hanno continuato a offenderlo anche dopo l’arrivo della polizia e poi se la sono presa con gli agenti. Tra questi il 59enne si è rifiutato di fornire i documenti e di sottoporsi al test etilometrico. Poi ha dato un pugno al fanale della sua automobile sfondandolo e ferendosi.

Quando ha cominciato a sanguinare ha deciso di imbrattare con il sangue una volante della polizia. E ha cercato di sporcare anche due carabinieri intervenuti in aiuto, urlando di essere affetto da Covid-19. Poi ha aperto il cofano dell’auto, ha preso il crick e ha cercato di colpire un agente. Nel frattempo anche gli amici si sono scagliati contro gli operatori rendendo necessario l’uso del capsicum. I tre sono stati riportati alla calma e accompagnati in Questura. Durante la concitata colluttazione un agente è rimasto lievemente ferito. Gli agenti hanno arrestato il 59enne  per resistenza e tentate lesioni aggravate e denunciato per minacce aggravate dallo sfondo razziale, danneggiamento, deturpamento di cose altrui, oltraggio, rifiuto di fornire le proprie generalità. Inoltre lo hanno multato per ubriachezza e per non aver indossato i dispositivi di protezione anticovid.

Leggi anche: Il sindaco leghista che si toglie la fascia e se ne va perché in piazza si canta “Bella Ciao”

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Le destre a pezzi nei Comuni

In autostrada nei giorni da bollino rosso c’è meno traffico rispetto al via vai dei sondaggi sulle prossime amministrative. Nel mazzo c’è anche roba di dubbia provenienza, a uso e consumo dei candidati che commissionano (e pagano) le indagini. D’altra parte, un po’ d’ottimismo fa

Continua »
TV E MEDIA