La Germania alle prese con la quarta ondata. Trentamila i contagi in 24 ore. Appello choc del ministero Spahn: “Quasi tutti alla fine dell’inverno saranno vaccinati, guariti o morti”

Germania Spahn
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

In Germania nelle ultime 24 ore sono stati registrati 30.643 contagi e 62 decessi. I dati risultano in aumento rispetto a esattamente una settimana fa, quando erano stati registrati 23.607 contagi e 43 decessi. L’incidenza su 100mila abitanti è salita a 386,5, rispetto al dato di 372,7 del giorno prima e di 303,0 di una settimana fa; un mese fa lo stesso dato si attestava a 95,1.

“Quasi tutti” i tedeschi “alla fine dell’inverno saranno vaccinati, guariti o morti”, ha detto il ministro della Salute, Jens Spahn (nella foto), rivolgendo un drammatico appello alla cittadinanza affinché si vaccini. “Questo con la variante delta è molto probabile”, ha aggiunto spiegando che i non vaccinati con grande probabilità contrarranno il Covid entro la fine dell’anno.

La cancelliera Angela Merkel ha affermato che le misure anti-Covid attuali in Germania “non sono sufficienti” per fronteggiare la gravità della pandemia. “Abbiamo una situazione che sovrasterà tutto quello che abbiamo avuto finora”, ha aggiunto. Per la cancelliera, neanche la regolamentazione che esclude da parte della vita pubblica i non vaccinati sarò sufficiente.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I finti miracoli di Gualtieri

Facciamolo santo subito. E visti gli ultimi miracoli, mettiamolo tra i beati che contano, minimo minimo alla destra del Padre. A Roberto Gualtieri, d’altra parte, i prodigi vengono così, naturali. Prendiamo la sporcizia di Roma. Aveva promesso una pulizia straordinaria a dicembre, e puntualmente il

Continua »
TV E MEDIA