Governo, è saltata ogni trattativa. Di Maio chiede di tornare al voto a giugno: “Non ci sono alternative”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Luigi Di Maio aveva anticiapto ieri che oggi avrebbe avuto comunicazioni importanti. Sono arrivate con puntualità: “Bisogna tornare al voto il prima possibile” – ha scritto su Facebook senza giri di parole – “Tutti parlano di inserire un ballottaggio nella legge elettorale, ma il ballottaggio sono le prossime elezioni. Quindi dico a Salvini, adesso chiediamo insieme di andare a votare, e facciamolo finalmente questo secondo turno a giugno. Visto che i partiti hanno paura del cambiamento. Allora facciamo scegliere ai cittadini tra rivoluzione e restaurazione”.

Non sembra affatto intenzionato a voler tornare subito alle urne il segretario della Lega, Matteo Salvini, che sui social ha scritto: “Dopo i Molisani, anche donne e uomini del Friuli Venezia Giulia ringraziano il PD per l’egregio lavoro svolto, e salutano Di Maio & Compagni. GRAZIE!!!!!
#andiamoagovernare io sono pronto!

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica finita nel cesso

Passando al cesso più tempo della media – tra una foto ricordo e l’altra – a Sgarbi dev’essergli caduto dentro il cervello. Non può spiegarsi diversamente lo stupore che l’ha colto quando ieri migliaia di persone l’hanno sommerso di insulti per le volgarità gratuite che

Continua »
TV E MEDIA