Grillo stoppa la corsa di Alessandro Di Battista al Campidoglio. La rete lo vedrebbe bene come sindaco di Roma. Ma le regole del Movimento non lo permettono

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Lo vedrebbero bene tutti alla corsa per il Campidoglio. Sulla rete nascono sempre più gruppi a suo supporto. Ma Alessandro Di Battista a quella corsa quasi certamente non potrà prendere parte.  Sempre ammesso che a Roma si torni a votare in un breve periodo. Ma la candidatura a sindaco di Roma è vietata dalle regole interne al Movimento, tge per ora viene scartata dallo stesso Di Battista. “Io devo e voglio finire il mio mandato in Parlamento”. Nessuna deroga ci sarà e lo dice il leader assoluto dei 5 Stelle Beppe Grillo. “Se vieni eletto in Parlamento, finisci il mandato. Può sembrare ed essere controproducente, ma è anche la nostra coerenza che fa la differenza”, ha affermato ieri Grillo a Ostia, “Non siamo un partito”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La stampa e la sindaca deficiente

Le confidenze di Urbano Cairo ad alcuni tifosi del suo Torino hanno svelato cosa pensa questo editore (Corriere della Sera, La7 e altro ancora) della sindaca M5S Chiara Appendino, definita con fallo da Var, espulsione e retrocessione “deficiente”. Ma non c’è bisogno di videocamere nascoste o

Continua »
TV E MEDIA