Gruber e d’Urso sotto scacco. Partenza in salita per le due star. Ascolti in calo. A Pomeriggio 5 la politica non funziona. La cronaca sì

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Anche le regine possono barcollare. Un po’ come la statua del santo patrono alla processione quando i chierichetti che portano trono e baldacchino non ce la fanno a supportare il peso. Ma nel caso di Lilli Gruber e Barbara d’Urso i chierichetti c’entrano solo in parte, semmai la colpa è dei parrocchiani che non partecipano più alla messa cantata. Da quando è scattata la nuova stagione le due indiscusse signore di Otto e mezzo e del Pomeriggio 5 stentano a carburare. Le loro prestazioni sono al di sotto della media e delle abitudini degli ultimi anni. Entrambe hanno perso ascolti e vengono regolarmente battute dai competitor. La Gruber che viaggiava a medie del 6% quest’anno naviga intorno al 4% con qualche scivolone anche vicino al 3%. In genere accade nei giorni delle partite di calcio, seppure la trasmissione concorrente di Paolo Del Debbio su Retequattro non accusa gli stessi scompensi. Dalla vostra parte non scende mai sotto il 5% e soprattutto non perde con la Gruber ormai da tempo. Inoltre chi critica Ballarò per aver dato troppo spazio agli esponenti dei Cinquestelle che cosa dovrebbe dire di Otto e mezzo, che dopo Renzi ha ospitato la vice Serracchiani e in studio ha sempre almeno un pd?

COLPA DEI POLITICI
In verità non è tutta colpa della Gruber se il programma ha perso share. Semmai sul banco degli accusati c’è la politica che non vanta più sulla gente quell’appeal che aveva fino a qualche tempo fa. Sono proprio i politici a finire come imputati anche per il Pomeriggio 5 della d’Urso. Da quando è ricominciato il contenitore di Canale 5 fatica a ripetere gli exploit della stagione scorsa. Non riesce a superare il competitor di Raiuno, la Vita in diretta, ripartita molto forte grazie anche al pubblico conquistato durante l’estate dalla coppia Eleonora Daniele e Salvo Sottile. Ora Cristina Parodi e Marco Liorni stanno consolidando il vantaggio sulla d’Urso. Barbara si difende molto bene se tratta argomenti leggeri e di cronaca nera, mentre quando arrivano gli ospiti politici ecco il calo. La politica ha fatto il suo esordio quest’anno e – forse non è una coincidenza – gli ascolti non sono lievitati. Anzi, il contrario.