Guerra in Ucraina, a Kiev armi e mezzi da combattimento da Usa e Australia. Si tratta di missili Stinger, sistemi anti-carro Javelin e droni Switchblade

Guerra in Ucraina
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

In arrivo a Kiev armi e mezzi da combattimento da Usa e Australia (qui tutti gli articoli sulla guerra in Ucraina). Il Pentagono, fanno sapere fonti della Difesa statunitense, si prepara a inviare agli ucraini più di 1.400 missili Stinger, più di 5.000 Javelin anticarro e centinaia di droni. Mentre l’Australia si appresta a diventare uno dei primi paesi a fornire veicoli speciali da combattimento.

Secondo quanto ha riferito la Cnn, Washington ha deciso di inviare in Ucraina, in vista di un inasprimento dell’offensiva russa, sistemi antiaerei Stinger, sistemi anti-carro Javelin e altri sistemi anti-carro. Per quanto riguarda i droni suicidi, si tratterebbe dei Switchblade.

Guerra in Ucraina, gli Usa forniranno a Kiev missili Stinger, sistemi anti-carro Javelin e droni Switchblade

Della fornitura di armi che il Pentagono garantirà a Kiev, sempre secondo quanto ha riferito la Cnn citando fondi della Difesa Usa, fanno parte anche oltre 50.000.000 munizioni, 45.000 set di giubbotti antiproiettile ed elmetti. E ancora: sistemi a razzo a guida laser e aerei senza pilota Puma, visori notturni e a immagini termiche e servizi di immagini satellitari. Forniture che erano state confermate, mercoledì scorso, anche dal portavoce del Pentagono, John Kirby.

L’Australia, invece, donerà 20 veicoli blindati Bushmaster del valore di 50 milioni di dollari australiani. Un incremento negli aiuti militari che fa seguito a una richiesta specifica del presidente ucraino Volodymyr Zelensky.