Guerra in Ucraina, l’Onu media per evacuare Mariupol. Guterres a Kiev: “I civili pagano il prezzo più caro. Una guerra nel XXI secolo è un’assurdità”

Guerra in Ucraina
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Una guerra nel XXI secolo è un’assurdità”. È quanto ha denunciato il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, in visita a Borodyanka, nei pressi di Kiev, dove gli ucraini accusano le truppe russe di atrocità sui civili durante la loro occupazione a marzo. “I civili – ha detto a Irpin il numero uno dell’Onu – pagano il prezzo più caro della guerra. Questo va ricordato in ogni parte del mondo” (qui tutti gli articoli sulla guerra in Ucraina).

Guerra in Ucraina, Guterres è a Kiev: “I civili pagano il prezzo più caro. Una guerra nel XXI secolo è un’assurdità”

Guterres è arrivato oggi in Ucraina per incontrare il presidente Volodymyr Zelensky. “Su sua richiesta”, ha detto ancora Guterres “vado a Zaporizhzhia per preparare un tentativo di evacuazione da Mariupol”. “L’Onu è pienamente mobilitata per aiutare a salvare vite ucraine e per assistere i bisognosi” ha scritto su Twitter la rappresentante in Ucraina per l’Onu, Osnat Lubrani.

“Nella regione di Kiev ci sono ancora 22 mila esplosivi lasciati dai russi”

“La vita sta lentamente tornando alla normalità, ma adesso il problema più grave sono le mine. Nella regione di Kiev ci sono ancora 22 mila esplosivi lasciati dai russi. E’ un lavoro enorme” ha detto il generale Oleksandr Pavliuk, capo dell’amministrazione militare regionale di Kiev, accompagnando Guterres, in visita a Borodyanka, Bucha e Irpin, le cittadine a nordovest della capitale più devastate dall’invasione russa.

Guterres, ieri, aveva incontrato a Mosca, il presidente russo, Vladimir Putin (leggi l’articolo). La Russia, ha detto la oggi portavoce del ministero degli Esteri Maria Zakharova, sta studiando attentamente le proposte di Guterres.

“Il segretario generale delle Nazioni Unite ha avanzato una serie di idee che ora vengono attentamente studiate e considerate”, ha commentato Zakharova a proposito della proposta del segretario generale dell’Onu di formare un gruppo trilaterale sui corridoi umanitari composto da Russia, Nazioni Unite e Ucraina.

“Il signor Guterres ha anche avuto l’idea che l’Onu e il Comitato internazionale dovrebbero stabilire un’interazione con le forze armate russe e l’esercito ucraino e ha chiesto lo sviluppo e l’attuazione di un piano per l’evacuazione dei civili da Mariupol e la consegna di aiuti umanitari lì”, ha aggiunto Zakharova.