Guerra in Ucraina, Papa Francesco: “Assistiamo all’impotenza dell’Onu. La logica dominante è quella delle strategie degli Stati più potenti”

Guerra in Ucraina
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Dopo la seconda guerra mondiale si è tentato di porre le basi di una nuova storia di pace ma purtroppo non impariamo ed è andata avanti la vecchia storia di grandi potenze concorrenti. Nell’attuale guerra in Ucraina, assistiamo all’impotenza dell’Organizzazione delle Nazioni Unite”. È quanto ha detto Papa Francesco nel corso dell’udienza generale di oggi (qui il video) tornando a parlare della guerra in Ucraina.

Guerra in Ucraina, Papa Francesco: “La logica dominante è quella delle strategie degli Stati più potenti”

“Oggi si parla spesso di geopolitica – ha detto ancora Bergoglio nel suo discorso riferendosi alla crisi ucraina – ma purtroppo la logica dominante è quella delle strategie degli Stati più potenti per affermare i propri interessi estendendo l’area di influenza economica, ideologica o militare. Lo stiamo vedendo con la guerra. Malta rappresenta in questo quadro il diritto e la forza dei piccoli”.

“Ieri, proprio da Bucha, mi hanno portato questa bandiera. Questa bandiera viene dalla guerra, proprio da quella città martoriata” ha detto il Santo Padre mostrando la bandiera ucraina in Aula Paolo VI prima di invitare sul palco alcuni bambini arrivati dall’Ucraina.


“Ci sono qui alcuni bambini ucraini – ha proseguito il Papa – che ci accompagnano: salutiamoli e preghiamo insieme con loro. Questi bambini sono dovuti fuggire e arrivare a una terra sana, questo è uno dei frutti della guerra. È duro essere sradicato dalla propria terra per una guerra. Non dimentichiamoli e non dimentichiamo il popolo ucraino”.