Guerra in Ucraina, von der Leyen: “A Bucha abbiamo visto l’umanità distrutta e il volto crudele dell’esercito di Putin”

guerra in Ucraina
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Qui è successo l’impensabile. Abbiamo visto il volto crudele dell’esercito di Putin, l’incoscienza e la freddezza con cui hanno occupato questa città. A Bucha abbiamo visto l’umanità distrutta”. È quanto ha detto la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nel corso della sua visita a Bucha, insieme con l’Alto Rappresentante per la politica estera Ue, Josep Borrell (qui tutti gli articoli sulla guerra in Ucraina).

Guerra in Ucraina, von der Leyen: “Abbiamo visto il volto crudele dell’esercito di Putin”

“Queste persone stanno difendendo il confine dell’Europa e la democrazia e noi le sosteniamo in questa battaglia”, ha aggiunto Von der Leyen, che sempre, nel corso della sua visita a Kiev (leggi l’articolo), ha poi incontrato anche il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky.

“È stato importante iniziare la visita da Bucha – ha scritto in un tweet la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen – perché a Bucha la nostra umanità è stata distrutta. Il mio messaggio al popolo ucraino è questo: i responsabili di queste atrocità dovranno risponderne alla giustizia, la vostra battaglia è la nostra battaglia. I oggi sono a Kiev per dirvi che l’Europa è al vostro fianco”.

Guerra in Ucraina, Borrell: “I crimini che la Russia ha commesso devono essere indagati”

“Siamo testimoni di immagini strazianti a Bucha oggi con il primo ministro ucraino Denys Shmyhal. Distruzione, le atrocità commesse dalla Russia e il prezzo indicibile pagato dal popolo ucraino innocente. I crimini di guerra che la Russia ha commesso a Bucha e altrove devono essere indagati e perseguiti” ha scritto su Twitter l’Alto rappresentante Ue per gli Esteri, Josep Borrell.

“La missione civile Ue in Ucraina sosterrà il procuratore generale ucraino nel fornire formazione e attrezzature per sostenere le indagini e la raccolta di prove. Sto anche lanciando un progetto del valore di 7,5 milioni di euro per sostenere la raccolta di dati sulle persone scomparse”, ha aggiunto Borrell.