Il Cda di Atlantia dà il via libera alla scissione di Autostrade per l’Italia e alla costituzione di una newco. Resta in piedi l’ipotesi di vendita diretta dell’intera quota

dalla Redazione
Economia

Il Consiglio di Amministrazione di Atlantia, che si è riunito oggi, ha deliberato, a seguito delle decisioni prese il 4 agosto scorso, di procedere alla costituzione della società destinata a ricevere il compendio scisso, che includerà sino all’88% del capitale di Autostrade per l’Italia, e che sarà denominata “Autostrade Concessioni e Costruzioni S.p.A.”. “La costituzione della società – si legge in una nota – è funzionale al progetto di scissione parziale e proporzionale e successiva quotazione in Borsa. La struttura dell’operazione e il progetto di scissione saranno sottoposti ad approvazione di un successivo Consiglio di Amministrazione di Atlantia. L’ipotesi di vendita diretta dell’intera quota dell’88% detenuta da Atlantia in Autostrade per l’Italia S.p.A. permane quale alternativa all’operazione di scissione come già annunciato nel comunicato del 4 agosto 2020”.