Il ministro Boschi punta il dito contro Forza Italia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

“Siamo molto vicini ad un accordo sulla legge elettorale”, ha affermato il ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi, a Mattino 5. “Abbiamo i capilista scelti dal partito e le preferenze per gli altri; manca qualcosa sulle percentuali”, ha spiegato, “E Se Forza Italia dovesse tirarsi indietro, noi dovremo andare avanti con gli altri partiti: c’è il Movimento 5 Stelle, c’è Sel, c’è la Lega. Le riforme dobbiamo farle e le facciamo con chi ci sta, con chi vuol dare una mano al Paese”. E l’Italicum, salvo ripensamenti, sarà al Senato la prossima settimana.

Ma il ministro ha spaziato. Non solo legge elettorale quindi: “Non è possibile che in Italia non si facciano figli per problemi economici. Lo Stato dice ‘ti do una mano’. Per il 2015 i soldi bastano. Saranno aumentate le risorse per il 2016, nella legge di stabilità sono previsti altri 200mila euro per il fondo famiglia. Le misure a favore delle famiglie e della natalità non sono solo gli 80 euro per tre anni destinati alle coppie che fanno un figlio”. E ha parlato anche di pensioni: “Purtroppo non abbiamo ancora misure dirette ai pensionati. Abbiamo dovuto fare una scelta difficile come quella di puntare sui nuovi lavoratori. Speriamo nel 2016 di riuscire ad agire sulle pensioni minime”.