Il paesino degli orrori

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dalla Redazione

Saluzzo ancora sconvolta dall’incubo pedofilia. Il piccolo paese della provincia di Cuneo sembra vittima di una vera e propria maledizione. Lo scorso anno il caso di Valter Giordano, professore di un liceo che aveva relazioni di natura sessuale con due sue studentesse minorenni, e ora quello di un altro docente, denunciato per violenze sessuali su minori di età compresa (secondo le prime indiscrezioni) tra i 10 e i 14 anni.

La notizia ha già fatto provocato reazioni soprese nel piccolo centro, a partire da quella di Milva Rinaudo, sindaco di Saluzzo e professoressa presso l’istituto Don Giorgio Belliardo (dove il docente denunciato ha insegnato per un periodo). “Sono profondamente scossa e non so cosa pensare – ha detto il primo cittadino – Chi mi conosce sa che sono tutt’altro che omertosa. Se fossi venuta a conoscenza anche solo di un minimo particolare che facesse pensare a qualcosa del genere non avrei esitato a prendere tutte le iniziative più opportune. Eppure né a scuola né in paese sono mai circolate non dico notizie, ma nemmeno voci o pettegolezzi. E mi chiedo come sia possibile”.

La denuncia è stata presentata dalla famiglia di uno degli studenti. Le forze dell’ordine, sinora, stanno indagando con molta cautela. Il fascicolo è stato trasmesso alla procura distrettuale di Torino che sta vagliando le ipotesi di reato gravissime, quali prostituzione minorile o istigazione a pratiche di pedofilia e pornografia