Il Pd non fa una piega. Nessun problema se Conte si iscrivesse al Movimento Cinque Stelle. Delrio: “Sarebbe lecito, noi non siamo certo gelosi”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Se Conte si iscrivesse ai Cinquestelle per noi non sarebbe un problema. Conte è un libero cittadino, può fare quello che ritiene opportuno. Se decidesse di iscriversi problemi suoi, sarebbe lecito, noi non siamo certo gelosi”. Ad affermarlo ai microfoni di Radio1 è il capogruppo del Partito democratico alla Camera Graziano Delrio (nella foto). A sollevare la questione era stato qualche giorno fa Alessandro Di Battista, sostenendo che per fare il leader dei 5 Stelle il premier Conte avrebbe dovuto come prima cosa iscriversi al Movimento. Delrio ha inoltre espresso soddisfazione per il rapporto di collaborazione instaurato con gli alleati di governo: “Sono sorpreso che si riescano a trovare quasi sempre delle sintesi alte coi 5S, come ad esempio sul Dl Rilancio”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Ci mancava il regalo ai mafiosi

Partito come un venticello, il soffio della restaurazione sta diventando un tornado. Draghi a Palazzo Chigi ne è di per sé il sigillo di garanzia, ma siccome il suo è definito da stampa e poteri forti il “Governo dei migliori”, c’è chi ha deciso di

Continua »
TV E MEDIA