Indonesia, esplosioni e morti nella zona commerciale di Giacarta. Almeno 7 le vittime, catturati 4 attentatori. Le minacce dell’Isis il mese scorso

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Esplosioni e morti nel centro di Giacarta, la capitale dell’Indonesia. Sono stati almeno tre le forti esplosione, poi oltre due ore di sparatoria tra polizia e presunti attentatori, che potrebbero essere oltre 10. Almeno sette i morti. Un portavoce della polizia ha detto che il bilancio delle vittime include tre poliziotti e tre civili, secondo quanto riporta il Guardian, mentre quattro sospetti attentatori sono stati arrestati.

La zona colpita, nel centro di Giacarta, ospita anche molti hotel di lusso, ambasciate e uffici. Ci sarebbe stata un’esplosione anche in un caffé della catena Starbucks ed un cliente è rimasto ferito nell’esplosione. Tutti i dipendenti sono rimasti illesi. Secondo alcune informazioni un’esplosione è avvenuta “vicino” al bar all’interno del palazzo Skyline della capitale.

Non c’è stata ancora una rivendicazione ufficiale dell’attacco. Ma sembra esserci la chiara mano dell’Isis visto che nello scorso mese di dicembre le minacce del Califfato erano stati chiare. Lo Stato islamico aveva preannunciato un’azione che avrebbe messo l’Indonesia “sotto la luce dei riflettori”. In Indonesia, il Paese con il più alto numero di musulmani al mondo, prevale un Islam moderato ma è anche presente una frangia conservatrice.